Città commercio

L'Aloe Vera e i suoi principali benefici

L'Aloe vera è una pianta usata
sin dall’antichità, anche se solo negli ultimi anni si è verificato un forte
aumento dell’utilizzo anche qui da noi, cerchiamo allora di capire meglio quali
sono le sue proprietà e gli usi che se ne possono fare sia un medicina che in
cosmetica.

Il nome Aloe sembrerebbe
derivare dall’arabo alua o dall’ebraico halat, entrambi i termini
significano amaro, il che sarebbe una chiara allusione al sapore delle
foglie. È una piante originaria dell’Africa tropicale ma cresce ormai in
tutti i continenti, è infatti una pianta molto

resistente e che si adatta
facilmente, ha la capacità di chiudere completamente i propri pori per evitare
anche la minima dispersione di umidità, proprietà che le consente di crescere
anche in terreni apparentemente avversi. Ce ne sono più di 200 specie, il 25%
di esse possono essere utilizzate per scopi medicinali, ma sono una ,
l’aloe vera, ha raggiunto livelli mondiali di diffusione e questo senza un
apparente motivo specifico, sembra infatti che le proprietà farmacologiche
siano pressoché le stesse di altre specie, la ragione andrebbe quindi ricercata
nelle circostanze accidentali, è infatti la specie di aloe che per
circostanze del tutto casuali è più coltivata in molte regioni della
penisola arabica, luogo da cui partivano la maggior parte degli
scambi commerciali. 

Ha la forma simile a quella di
un cactus, con lunghe e carnose foglie verdi che sono esternamente più
coriacee e internamente costituite da una parte più compatta e gelatinosa,
è da questa parte delle foglie che si estraggono i due principali prodotti
della pianta, ovvero il succo e il gel. Il gel è sicuramente la forma più
conosciuta e usata, e sembra che lo utilizzassero già nell’Antica Grecia, ma ad
oggi sappiamo che anche Cleopatra ne faceva largo uso per mantenere la sua
preziosa bellezza, gli egizi lo utilizzavano anche durante le mummificazioni
per evitare la putrefazione del corpo, i romani la utilizzavano per la
scottature e le ferite, così come anche Alessandro Magno, che sfruttava i suoi
poteri benefici per curare le ferite dei suoi uomini in battaglia, per non
parlare del largo uso che se n’è sempre fatto in India e in tutto il mondo
orientale. La prima testimonianza arrivata a noi sembra risalga addirittura al
2100 a.C.,è stato infatti rinvenuto nei pressi dell’antica Nippur, oggi nei
pressi d Bagdad, uno dei primi documenti in cui si fa riferimento
all’utilizzo farmacologico di questa pianta.

È da sempre stata ritenuta
quindi una pianta quasi miracolosa, un guaritore naturale e a ragione se
consideriamo che il succo di aloe contiene saccaridi, saponine e steroli
vegetali, 12 vitamine tra cui A,B,C,D,E, enzimi vitali, 18 dei 20
amminoacidi necessari all’uomo e 20

minerali, tra cui calcio,
fosforo, magnesio, potassio, sodio e zinco e tra l’altro l’azione
combinata di tutti questi elementi altro non fa che

amplificarne gli effetti
benefici. Le principali proprietà dell’aloe vera coprono un larghissimo
raggio d’azione, essa infatti, un importante stimolanti biologico, è
depurativa, disintossicante, nutriente, lenitiva,
antisettica, immonustimolante e antinfiammatoria, favorisce inoltre la
cicatrizzazione, per tutti questi motivi è fortemente utilizzata sia in
medicina che in cosmetica.

Il succo può essere usato come
depurativo e disintossicante, berlo è particolarmente indicato per chi
mangia cibi contenenti molti conservanti, per chi soffre di allergie o ha
problemi gastrointestinali o soffre di stanchezza cronica, ma può anche
favorire la guarigione di candidosi, micosi, infezioni gengivali. Come
dicevamo prima però la maggior parte delle persone fa uso del gel
d’aloe, che è un eccellente rimedio per scottature ed eritemi solari,
ferite e infiammazioni cutanee, ha infatti un’azione dermoprotettiva ed
emolliente, ma ha anche un effetto rigenerante sui tessuti, proprietà che
oggi lo rende molto di moda anche nei cosmetici anti-age, e nelle preparazioni
per la cura dei capelli.

Abbiamo quindi detto che è una
pianta facilissima da coltivare oltre che molto bella, è tra l’altro
facilissimo estrarne il gel in qualsiasi momento e per qualsiasi
evenienza, anche per una semplice scottatura in cucina, basta infatti che
prendere una foglia di aloe, l’unica accortezza è che la pianta sia una
pianta adulta, poi praticare un’incisione lungi tutta la lunghezza,e
spellare la foglia portando quindi alla luce la parte interna
della foglia, a questo punto con un cucchiaino basterà “grattare” la
superficie per ottenere in gel che può poi essere depositato in un
barattolo che conservato in frigo lo manterrà efficace per 4/5 giorni
durante i quali potrete usarlo per le mille necessità quotidiane, non avete
quindi più scuse per non avere una pianta di Aloe vera sul vostro
terrazzo!